Presentate le 3 tappe venete

Calorosa accoglienza per la delegazione di “Nonno ascoltami!” a Venezia, dove questa mattina nella splendida cornice di Palazzo Balbi sono state presentate le 3 tappe regionali che toccheranno le città di Verona, Padova e Treviso, rispettivamente nelle domeniche di 1, 8  e 15 ottobre.

Manuela Lanzarin, assessore regionale Politiche sociali – Regione VENETO 
La Regione Veneto patrocina questa iniziativa – ha detto l’assessore – perché crede nella prevenzione e nell’educazione a corretti stili di vita. In tre città del Veneto, specialisti e volontari non solo offriranno la possibilità di un controllo gratuito, ma soprattutto svolgeranno un’importante attività di informazione ed educazione a un utilizzo responsabile dei moderni strumenti di comunicazione vocale e del divertimento, dal telefono all’I-pod, dalle discoteche alle sale-musica, senza dimenticare radio e televisione. Un’iniziativa che mette al centro la persona, indipendentemente dalla sua età, rivolgendosi sia ai nonni, nel periodo della festa a loro dedicata, sia ai giovani, soprattutto per quanto concerne la prevenzione”.
 

Prof. Dott. Alessandro Martini, direttore UOC Otorinolaringoiatria Azienda Ospedaliera Università di Padova – Dipartimento di Neuroscienze. 
Il problema della perdita uditiva coinvolge persone di tutte le età. Per questo è importante puntare sulla prevenzione, a partire dai più giovani. “Nonno ascoltami!” riesce con la sua formula a sfatare il tabù dell’ospedale, portando la sanità in piazza“.

 Prof. Cosimo de Filippis, Università degli studi di Padova – Dipartimento di Neuroscienze – UOC Foniatria e Audiologia;

direttore della Scuola di specializzazione in Audiologia e Foniatria
La mancanza di dati aggiornati sull’ipoacusia in Italia ci ha spinto a intraprendere un lavoro di raccolta ufficiale di dati sulla patologia, a partire dalla regione Veneto. A questo scopo abbiamo coinvolto pediatri, scuola primarie e secondarie. Queste informazioni, sommate ai riscontri provenienti degli screening neo-natali (ormai entrati a far parte dei Lea) ci daranno nei prossimi mesi un quadro generale più completo e attendibile sul problema“.

Corrado Canovi, segretario Associazione Europea Audioprotesisti.
L’udito è la porta USB che ci permette di essere connessi col mondo. L’ipoacusia non è più un problema esclusivamente sanitario, ma è diventata un fenomeno socio-economico. L’impatto della rimeditazione ipoacusica in Europa, infatti, ha un costo sociale di 320 miliardi di euro“.
 
 Barbara Zancan, Signia – partner Truck “Ascolta Responsabilmente”.
La novità dell’edizione 2017 del progetto “Nonno ascoltami!”, è il truck “Ascolta responsabilmente”, un bilico di 15 metri che arriverà nella piazza di Padova, dando la possibilità soprattutto ai ragazzi di provare percorsi interattivi ed esperienze multimediali legate ai suoni, facendo capire loro quanto è importante conoscere il nostro udito per proteggerlo al meglio nel corso degli anni“.
 
 
[ngg_images source=”galleries” container_ids=”18″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”120″ thumbnail_height=”90″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”1″ slideshow_link_text=”[Show slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]
 
Share on

Udito Italia è la Onlus impegnata nella sensibilizzazione e prevenzione dei disturbi uditivi.
L’Obiettivo del suo agire è la promozione e la diffusione capillare di una campagna contro tutte le forme di sordità evitabili.

Contatti

All rights reserved 2020. By OikoServices

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.