“Nonno Ascoltami!”: record di presenze con 800 controlli a Bari, Barletta e Lucera

 

Un successo la prima tappa pugliese della campagna nazionale contro i disturbi uditivi

È stata un successo di pubblico la prima tappa pugliese di “Nonno Ascoltami!” 2016, la campagna nazionale per la prevenzione dei disturbi dell’udito, che lo scorso 9 ottobre è approdata a Bari, Barletta e Lucera. Tantissime le famiglie, i bambini e gli anziani che per tutta la giornata di domenica, dalle 10 alle 19, hanno animato piazza del Ferrarese (Bari), corso Vittorio Emanuele (Barletta) e piazza Matteotti (Lucera), per effettuare i controlli gratuiti dell’udito, nelle strutture mobili allestite in piazza da Croce Rossa e SerBari.

Oltre 300 visite effettuate a Bari, circa 250 a Barletta e altrettanti a Lucera, un record assoluto per le tre città pugliesi. E ora si spera di bissare il successo domenica 16 ottobre, nelle altre tappe di “Nonno Ascoltami!”, in programma ad Altamura, Ostuni, Foggia e Monopoli.

Grande soddisfazione espressa dagli organizzatori e dai primari dei presidi ospedalieri delle tre città, scesi in piazza per fornire il proprio contributo scientifico durante gli esami audiometrici.

«Il problema dell’ipoacusia riguarda soprattutto i soggetti con oltre 65 anni di età – ha spiegato Domenico Petrone, direttore dell’Unità complessa di Otorinolaringoiatria, Ospedale “Di Venere”, Bari – un terzo di loro soffre di problemi socialmente rilevabili. E dopo i 75 anni questa percentuale arriva al 50 per cento. Oggi la prevenzione riguarda tutte le fasce di età, dall’infanzia all’adolescenza, troppo spesso vittima di un uso smodato delle cuffie o della frequantazione di ambienti molto rumorosi».

«Per i soggetti più anziani – ha aggiunto Nicola Quaranta, direttore U.O.C.  Otorinolaringoiatria Facolta di Medicina Università “Aldo Moro”, Bari – il problema dell’ipoacusia ha tra le cause, oltre al naturale abbassameto dell’udito dovuto all’età, anche l’uso di farmaci, in particolar modo i diuretici, che assunti in quantità elevate, possono essere tossici per l’udito».

In piazza per i controlli sono intervenuti anche Michele Barbara, direttore UOC Otorinolaringoiatria Presidio ospedaliero “Mons. Dimiccoli”, e Lucio Vigliaroli, presidente Fiadda Puglia, coadiuvati da 30 volontari, tra audiometristi e audioprotesisti, messi a disposizione dall’Istituto Acustico Maico, parnter tecnico dell’evento.

E domenica prossima si replica nelle piazze di:

Altamura, p.zza Duomo – Ostuni, piazzetta Oronzo – Monopoli, p.zza Vittorio Emanuele – Foggia, p.zza Giordano (16 ottobre).

Lecce, p.zza S. Oronzo (23 ottobre).

 

Share on

Udito Italia è la Onlus impegnata nella sensibilizzazione e prevenzione dei disturbi uditivi.
L’Obiettivo del suo agire è la promozione e la diffusione capillare di una campagna contro tutte le forme di sordità evitabili.

Contatti

All rights reserved 2020. By OikoServices

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.